Giada Gibilaro | Instagram copia un’altra funzionalità dal rivale Snapchat: i geostickers
15664
post-template-default,single,single-post,postid-15664,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-6.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive

Instagram copia un’altra funzionalità dal rivale Snapchat: i geostickers

geostickers instagram- Giada Gibilaro Comunicazione

09 Mar Instagram copia un’altra funzionalità dal rivale Snapchat: i geostickers

Share

Instagram copia un’altra funzionalità dal rivale Snapchat: i geostickers.
Gli stickers geolocalizzati, apparsi per la prima volta su Snapchat nel 2014, ora compaiono anche su Instagram Stories. Sono rappresentati dal elementi grafici molto colorati, in forma di scritte o faccine o dati, collegati, tramite geolocalizzazione alla città in cui ci si trova.

geostickers instagram- Giada Gibilaro Comunicazione

geostickers instagram- Giada Gibilaro Comunicazione

Lasciando il GPS attivo l’utente avrà in primo piano gli adesivi relativi alla città o addirittura al quartiere che sta visitando. Questi potranno essere trascinati e posizionati a proprio piacimento sulle foto, decidendone anche la grandezza.
I geostickers serviranno non solo ad assolvere una funzione estetica, ma anche per organizzare i contenuti sulla pittaforma. Infatti, “tippando” sul geosticker contenuto in una storia, l’utente verrà portato in una “location page” dove saranno disponibili tutte le storie concernenti quella determinata località.
A differenza di Snapchat gli utenti non possono realizzare al momento stickers propri. Attualmente, sono presenti solo una decina di filtri geolocalizzati, inerenti New York e Giacarta. In futuro, tale funzionalità verrà estesa alle città più importanti del mondo.

Share
No Comments

Post A Comment